LETTERA DELLA MINORANZA

Gentile Presidente,
abbiamo appreso da una comunicazione formale di questa mattina della decisione di prorogare la seduta del Consiglio Comunale nella giornata del 27 novembre, decisione assunta senza alcuna consultazione dei capigruppo che si aggiunge alle discutibili modalità con cui è stata gestita la parte finale della seduta di ieri sera. Non possiamo non rilevare come la discrezionalità con cui vengono applicate certe regole rappresenti una lesione dei diritti della minoranza. Ci stupisce questo comportamento da parte sua, che in altre occasioni abbiamo potuto apprezzare come presidente imparziale in grado di gestire con equilibrio il suo ruolo istituzionale. 
Nel merito della proroga della seduta in corso, se ci avesse consultato, le avremmo comunicato la difficoltà ad essere presenti nella serata di martedì prossimo a causa di impegni già assunti. Ricordiamo infatti che nelle precedenti conferenze capigruppo avevamo condiviso di convocare i consigli comunali solo nelle giornate di lunedì e giovedì, al fine di consentire anche ai consiglieri la possibilità di programmare meglio i propri impegni. Oggi non sussiste alcuna urgenza che giustifica questa forzatura, non solo per il merito degli argomenti, che possono essere discussi in un qualunque altro momento, ma anche perché, se la seduta del 20 novembre non fosse stata chiusa di imperio alle 23 e quella di ieri si fosse svolta in maniera regolare, avremmo potuto esaurire gli argomenti in calendario senza particolari problemi.
Chiediamo pertanto che la seduta del 27 novembre sia sconvocata e che i punti in questione siano inseriti quando dovremo programmare una nuova sessione consiliare con altri argomenti, in modo anche da evitare un inutile spreco di denaro pubblico.
Restiamo in attesa di un riscontro urgente.

Cordiali saluti,
Andrea Catania, capogruppo Partito Democratico Cinisello Balsamo
Dafne Loreggia , capogruppo Movimento 5 stelle Cinisello Balsamo
Gianfranca Duca, capogruppo Cinisello Balsamo Civica