Maggioranza in conflitto e nessun dialogo per il prolungamento della M5

Ieri sera si è svolto il Consiglio comunale per l’approvazione del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica del Prolungamento della Metropolitana Lilla, progetto importantissimo e strategico per Cinisello Balsamo che l’Amministrazione Trezzi ha lasciato in eredità alla nuova giunta. I Consiglieri del PD e della lista Cinisello Balsamo Civica hanno presentato tre proposte per rafforzare e migliorare il progetto.
Abbiamo fatto di tutto per condividere con la maggioranza due proposte di miglioramento del progetto e un indirizzo per la ripartizione dei costi:

  1. in relazione alla fermata Lincoln – nell’attuale campo da calcio della scuola Peano – abbiamo proposto che siano previsti studi e soluzioni, anche infrastrutturali, che risolvano la problematica relativa all’aumento di traffico, alla scarsità di parcheggi e all’aumento dell’inquinamento nella zona, indotti dalla presenza della nuova fermata; 2. abbiamo poi chiesto lo spostamento della fermata Rondinella-Crocetta, attualmente prevista nelle adiacenze di via don Bosco, oltre l’intersezione con via Stalingrado così da meglio connettere l’area altamente urbanizzata del quartiere Crocetta isolata dalla presenza delle grandi arterie stradali SP5, A4 e da via Stalingrado stessa. Senza questo spostamento, la Crocetta non avrebbe una vera fermata di riferimento che da sempre è stato obiettivo del progetto; 3. in relazione alla ripartizione dei costi del prolungamento, abbiamo cercato di rafforzare, con un voto bipartisan, il mandato del Sindaco affinché siano valorizzate tutte le opere e le infrastrutture asservite al prolungamento della M5 che il Comune di Cinisello Balsamo ha già realizzato o sta realizzando con oneri propri. Questo ci avrebbe tutelato dal non pagare due volte il prolungamento della metropolitana;
    purtroppo, però, il Sindaco e la sua maggioranza a guida Lega si sono opposti a tutto bocciando ogni proposta con un atteggiamento ideologicamente contrario a lavorare insieme per migliorare un progetto così importante. Nonostante l’arroccamento della maggioranza – prosegue il Consigliere Tarantola – abbiamo responsabilmente votato a favore della delibera dimostrando che la politica non può dividersi su progetto che unisce la Città”. Chiude Tarantola: “Presenteremo una mozione per ridiscutere queste proposte.
    In apertura di seduta, inoltre, si è assistito a una querelle tutta interna alla maggioranza che ha visto la presentazione di una mozione urgente da parte del Capogruppo Di Lauro per aprire un tavolo tecnico-politico al fine di ridurre la tassa rifiuti aumentata con l’approvazione del primo bilancio della giunta Ghilardi e, d’altra parte, la smentita del resto della maggioranza che ha dichiarato di non aver condiviso l’azione del Consigliere.
    Un teatrino ridicolo quello che hanno messo in scena i Consiglieri di maggioranza ieri sera in Consiglio comunale – affermano il segretario del PD Ivano Ruffa e il Coordinatore della lista Cinisello Balsamo Civica Mirco Palauna maggioranza allo sbando che litiga sui suoi stessi provvedimenti. Assurdo pensare che la maggioranza presenti una mozione per ridurre l’aliquota della TARI da loro stessi votata solo qualche mese
    fa, che si siano finalmente resi conto del pasticcio che hanno combinato? Ancora una volta ha messo in luce
    l’approssimazione e l’incompetenza amministrativa che ormai da un anno stanno dimostrando.
    ” Sul progetto di prolungamento della M5 Ruffa e Pala concordano nell’affermare “Non ci sorprende che il Sindaco e la maggioranza si siano dimostrati sordi alle proposte migliorative che hanno fatto i nostri Consiglieri, dopo il pressapochismo di essere arrivati in aula esattamente il giorno della scadenza del termine per approvare l’atto, ancora una volta si sono dimostrati più interessati a difendere la loro immagine da “duri” piuttosto che a pensare al Bene Comune. Tutto fumo e niente arrosto, altro che dialogo…”